Gli sponsor di Salute Che Fare
{
LdF2018copia
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

 

SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015 - Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

 
Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena
Tel. 059-8637125
E-mail info@salutechefare.it 
P.Iva 03535570364
 

EDUCAMI

Nutrizione in Farmacia

16/09/2019, 17:22

vacanze, relax, boschi, campagne, montagne



Green-Fitness,-il-trend-che-fa-bene


 Le vacanze sono ormai finite, ma c’è ancora un po’ di tempo che possiamo dedicare a noi stessi..



Le vacanze sono ormai finite, ma c’è ancora un po’ di tempo che possiamo dedicare a noi stessi, magari nei week end, per massimizzare il relax conquistato durante le ferie e rendere meno traumatico il ritorno in ufficio. Anche in questo caso i trend americani ci vengono in aiuto con il fitness green, ovvero l’ultima tendenza che vuole brevi fughe dalle città per dedicarsi alle attività all’aria aperta in mezzo al verde.
Anche i più grossi centri urbani sono circondati dal verde, collegati in maniera più o meno agevole. Campagne, boschi, montagne, offrono tutti un’occasione di fuga dalla quotidianità e contemporaneamente un luogo ideale per della sana attività fisica, da soli o in compagnia, che permetta di prolungare i benefici delle vacanze vere e proprie e restare in allenamento. Uno studio pubblicato dalla rivista Nature che ha interpellato un campione di 20.000 persone, uomini e donne di diverse fasce d’età, ha rivelato la predilezione per queste brevi vacanze nel verde che uniscono fitness e relax.
Bastano un paio d’ore ogni due settimane e le attività che possono essere svolte sono molteplici: camminata, corsa, pedalate, trekking, hiking, giochi di gruppo oppure semplici esercizi di stretching e respirazione, aiutati anche dall’aria sicuramente più salubre che in città. Dedicarsi a questo tipo di fitness apporterebbe anche più benefici di un’iscrizione continuativa in palestra o con un personal trainer: innanzitutto è più economico e alla portata di tutti a tutte le età e in qualsiasi condizione fisica e poi viene associato al contatto con la natura all’aria aperta che è ovviamente molto più attrattiva di una palestra o un qualsiasi luogo chiuso.
Di certo, non c’è bisogno di diventare degli esperti di sopravvivenza estrema: fare movimento per 200-300 minuti alla settimana anziché i 120 consigliati sarebbe addirittura dannoso perché innalzerebbe i livelli di stress e causerebbe un repentino aumento della fame, portando a mangiare di più e in maniera disordinata e incontrollata e di fatto annullando i benefici dell’allenamento. Anche in questo ci viene in aiuto il green fitness, dove la parte del leone la fanno la natura, il respirare aria buona e il relax.

16/09/2019, 17:15

beauty, cosmesi, skincare, cura della pelle



Skincare,-BIO-è-meglio


 Le italiane, si sa, amano seguire le mode anche per quanto riguarda cosmesi e beauty..



Le italiane, si sa, amano seguire le mode anche per quanto riguarda cosmesi e beauty. Dato che negli ultimi anni il trend della skincare è sempre più in crescita, complice anche un’attenzione tutta nuova verso le esigenze e i problemi della pelle. Le skincare routine fanno tendenza, sono sempre di più i video e i post online che mostrano prodotti, illustrano step e fasi e soprattutto introducono il concetto di "buona abitudine": tanto più ci abituiamo a prenderci cura della nostra pelle, tanto meno il farlo ci peserà e ci sembrerà una perdita di tempo, fino quasi a non accorgercene o non poterne più fare a meno.
Ma cosa preferiscono le italiane per la cura della loro pelle? Una recente ricerca condotta da L’Oreal fotografa una realtà molto chiara: è cresciuto a dismisura l’interesse verso i prodotti bio o comunque naturali. Gli acquisti di questo tipo di etichette sono cresciuti del 250% nel periodo preso in esame (tra il 2016 e il 2017), mentre risulta sempre più forte l’attaccamento alle marche più note e conosciute che vengono viste quasi istintivamente come più affidabili e quindi migliori rispetto ai brand meno pubblicizzati. Nella fase di acquisto, il passaparola è ancora il metodo di convincimento più valido, insieme alle recensioni online e ai campioncini precedentemente ricevuti. L’altra faccia della medaglia di questo rinnovato interesse verso la cosmesi naturale è che sempre più prodotti vengono venduti come bio o vegan pur non essendolo. Nascono così sempre più siti, blog e forum online che forniscono supporto per interpretare l’INCI, ovvero la lista ingredienti dei cosmetici che spesso è veramente incomprensibile. Tramite queste informazioni è possibile capire se l’etichetta è veritiera, guidando un acquisto consapevole e informato.
L’acquisto di un prodotto per la cura della pelle è visto come un vero e proprio investimento per la salute e il mantenimento di un aspetto sano e fresco, il miglioramento di sé e la protezione della pelle dagli agenti esterni aggressivi, con una spiccata preferenza per le creme idratanti e anti età. In particolare queste ultime, vengono viste dalle donne under 35 come un’importante arma di prevenzione per le rughe, mentre andando più in là con l’età la cura della pelle diventa un alleato indispensabile al benessere, con prodotti sempre più ricercati e costosi.

09/09/2019, 16:01

carne rossa, British Medical Journal, abitudini alimentari, insaccati,



Carne-Rossa-e-mortalità-precoce,-un-nuovo-studio


 Che la carne rossa, se consumata in grandi quantità, non faccia proprio benissimo era risaputo da tempo..



Che la carne rossa, se consumata in grandi quantità, non faccia proprio benissimo era risaputo da tempo. Una nuova ricerca pubblicata dal British Medical Journal approfondisce questo aspetto rivelando nuovi particolari finora ancora poco noti e sostiene che un cambiamento significativo nelle abitudini di consumo di questo tipo di alimento osservato su un ciclo di 8 anni può avere ripercussioni sul tasso di mortalità per gli 8 anni successivi. Ciò significa che se per 8 anni aumentiamo il consumo di carne rossa e insaccati, potremmo aumentare il rischio di mortalità precoce negli 8 anni successivi, al contrario, se per lo stesso periodo di tempo diminuiremo o elimineremo il consumo potremo beneficiare di un allungamento della vita pari allo stesso tempo negli 8 anni successivi.
Il rischio aumentato potrebbe dipendere dalla presenza, nelle carni rosse, di grassi saturi, colesterolo, ferro EME (legato all’emoglobina), conservanti e altre sostanze nocive che si sprigionano al momento della cottura, tutti elementi di disturbo alle attività cardiache e metaboliche. Inoltre, alcuni studi recenti hanno dimostrato che la carnitina, sostanza abbondante nelle carni rosse, sarebbe particolarmente importante ai fini del "nutrimento" di alcuni batteri intestinali pericolosi per il cuore, in quanto andrebbero a contribuire all’aumento del colesterolo "cattivo" e ai processi di infiammazione e occlusione delle arterie e di conseguenza al rischio di infarto. Di contro, sembrerebbe che una dieta povera di carni rosse ma ricca di pesce, pollame, frutta secca, latticini, cereali e ovviamente verdure porterebbe benefici traducibili in un allungamento della vita negli 8 anni successivi alla sua adozione.



123407
educami-nutrizione-farmacia-salute-che-fare2

EDUCAMI IN CUCINA

Ricette dal primo al dolce e idee per colazione e spuntini

video-nutrizionisti copia

EDUCAMI CHANNEL

Video consigli di medici nutrizionisti

calcola-bmi

EDUCAMI CALCOLATORI

Per calcolare il rischio cardiovascolare e IMC

educami-consigli-blogger-makeup-salute-che-fare

MAKE-UP & STYLE

Video e articoli sul make-up, skincare e fitness

educami-fitness-esercizi-per-restare-in-salute

EDUCAMI FITNESS

Dedicata ad attività fisica e movimento per la tua salute

il-nutrizionista-risponde

CHIEDI AL NUTRIZIONISTA

Pagina dedicata alle

vostre domande

Per richieste di collaborazione invio articoli, suggerimenti e lamentele scrivi a: redazione@salutechefare.it

ARCHIVIO NEWS

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!