Gli sponsor di Salute Che Fare
{
LdF2018copia
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

 

SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015 - Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

 
Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena
Tel. 059-8637125
E-mail info@salutechefare.it 
P.Iva 03535570364
 

EDUCAMI

Nutrizione in Farmacia

16/07/2019, 12:29

capelli, estate, sole



Capelli-ed-estate:-i-5-consigli-da-portare-in-vacanza


 In estate anche i capelli hanno bisogno di protezione e cure, esattamente come la pelle..



In estate anche i capelli hanno bisogno di protezione e cure, esattamente come la pelle. Se la cute può scottarsi e disidratarsi, capelli possono seccarsi e rovinarsi al punto che in genere, al rientro a casa, la prima cosa che si fa è prenotare una seduta dal parrucchiere per correre ai ripari. Tuttavia questo epilogo può anche essere evitato, adottando semplici accorgimenti che permettono alla nostra chioma di godersi il sole e il caldo senza stressarsi eccessivamente.
In primis, evitiamo di usare i tools caldi: approfittiamo delle temperature per asciugare i capelli senza phon o piastra. Noi soffriremo meno il caldo e anche i capelli ci ringrazieranno, in quanto eviteranno il calore diretto e aggressivo degli strumenti di styling. Proviamo a riscoprire la texture naturale dei nostri capelli, del resto si sa, in vacanza possiamo concederci qualche libertà in più. Utilizziamo un prodotto protettivo in spiaggia: tutti i più grossi beauty brand ormai propongono delle linee "beach" specifiche da portare con sé nella borsa mare. Basta uno spray o un olio che contengano spf da applicare sui capelli prima dell’esposizione al sole per evitare danni rimediabili solo con le forbici. Se però avete dei capelli già rovinati o decolorati, portatevi dietro anche un cappello o un foulard oppure una fascia, che quest’anno è di grande tendenza. Aiuteranno il prodotto a penetrare meglio e offriranno una protezione extra. Una volta a casa, laviamo i capelli con uno shampoo delicato e possibilmente neutro: i lavaggi frequenti con prodotti troppo aggressivi stressano inutilmente il capello e portano via, oltre alla naturale idratazione del fusto, anche il colore che così facendo sbiadirà molto più velocemente. Se non fa già parte della nostra hair routine, aggiungiamo uno step extra: la maschera ristrutturante. Due-tre volte la settimana, dopo aver lavato i capelli e mentre sono ancora umidi, applichiamo uno strato abbondante di maschera nutriente e avvolgiamo la testa con della pellicola trasparente per alimenti o indossiamo una cuffia di plastica. Lasciamo in posa qualche ora (meglio se per tutta la notte), dopodiché risciacquiamo con acqua non troppo calda. I nostri capelli ci ringrazieranno e l’appuntamento col parrucchiere potrà aspettare.

16/07/2019, 11:22

estate, sole, abbronzatura, proteggere la pelle, creme solari,



Abbronzati,-ma-in-salute!


 È estate ed è già iniziata la corsa a sfoggiare l’abbronzatura più bella e invidiabile..



È estate ed è già iniziata la corsa a sfoggiare l’abbronzatura più bella e invidiabile. Conosciamo tutti i pericoli dell’esposizione solare eccessiva, sappiamo quindi molto bene quanto è importante proteggere la pelle con prodotti specifici e di qualità. Ma siamo sicuri di riuscire a sceglierli bene? Prima ancora del prezzo, della composizione e del fattore di protezione (il cosiddetto SPF), un solare per essere efficace dovrebbe essere scelto in base al proprio fototipo. Il fototipo è l’insieme delle caratteristiche della pelle tali da definire la reazione della pelle stessa al sole. Conoscere queste caratteristiche (e quindi conoscere il proprio fototipo) fa sì che si riesca sempre a scegliere il prodotto più indicato per la propria pelle minimizzando il rischio di errori ed esaltando l’abbronzatura naturale.
I fototipi sono 6, classificati in base al numero dei melanociti (le cellule che contengono la melanina, ovvero la sostanza che "attiva" l’abbronzatura) presenti nella pelle. Più basso sarà il numero dei melanociti, più chiara sarà la pelle e più basso sarà anche il fototipo.
I fototipi 1 e 2 vedono la pelle chiarissima o appena rosata, gli occhi chiari azzurri o verdi e i capelli biondi o rossi. I soggetti con queste caratteristiche non si abbronzano praticamente mai o assumono un colore appena dorato, si scottano facilmente e in brevissimo tempo e dovrebbero usare una protezione a schermo totale.
I fototipi 3 e 4 sono i più diffusi e vedono la pelle da dorata a olivastra, gli occhi castani e i capelli da biondo scuro a castano scuro. I fototipi 3-4 si abbronzano più facilmente degli 1-2 e si scottano solo se esposti nelle ore più calde La loro protezione ideale è 30-15, fino a scendere a 10.
I fototipi 5-e-6 sono quelli tipici delle zone equatoriali della Terra: pelle molto scura o nera, occhi e capelli castano scuro o neri, rischi di scottatura bassissimi ed estrema facilità all’abbronzatura. Questi soggetti possono tranquillamente usare un SPF da 10 a 5.
Resta però fondamentale proteggersi anche se non si tende a scottarsi o se si è già abbronzati. L’abbronzatura in sé, infatti, non costituisce alcuna protezione contro il melanoma, ovvero il temuto tumore della pelle derivante da un’eccessiva e non protetta esposizione al sole.

16/07/2019, 10:01

superfood, alimentazione, cibi salutari, omega3



I-superfood,-tra-mito-e-realtà-


 Negli ultimi anni abbiamo assistito all’esplosione della moda dei cosiddetti superfood..



Negli ultimi anni abbiamo assistito all’esplosione della moda dei cosiddetti "superfood", ovvero cibi apparentemente normali che però conterrebbero al loro interno talmente tante sostanze nutritive utili all’organismo da essere considerati delle vere e proprie "bombe" di salute. Le vendite si sono impennate (con conseguente aumento dei prezzi) e sono anche nate delle catene di ristorazione che propongono menu basati a volte quasi esclusivamente su questi ingredienti. Al di là del gusto personale, però, si è visto che i superfood sono in realtà poco più che delle leggende dal momento che la loro iper salubrità non è mai stata effettivamente provata e persino l’Unione Europea è corsa ai ripari vietando la dicitura "superfood" sulle etichette per non indurre confusione nei consumatori. Vediamo alcuni di questi super cibi e indaghiamo sulle loro presunte specialità.
In primo luogo non possiamo non citare le bacche di goji, vera e propria moda degli ultimi 3-4 anni, proposti in aggiunta a pietanze dolci e salate e protagoniste in insalate e zuppe. Sarebbero considerate un toccasana per il sistema immunitario, ma da questo punto di vista gli spinaci e i limoni risultano essere molto più performanti. 
I semi di chia vengono consigliati come fonte di omega3 nelle diete vegane o quando non risulta possibile assumere l’elemento con il pesce che sarebbe la sua fonte naturale. Peccato però che la tipologia di omega3 contenuta nei semi di chia sarebbe totalmente diversa da quella del pesce e pertanto assolutamente non paragonabile. Oltretutto, sono anche molto calorici.
All’avocado vengono attribuite virtù cardioprotettive, peccato che spesso non venga menzionato il loro grande apporto calorico. Insomma, molto meglio il classico cucchiaio di olio di oliva che apporta la stessa quantità di acidi grassi monoinsaturi risultando più sano, economico e facile da reperire.
L’acqua di cocco, ovvero il liquido trasparente estratto dalle noci ancora verdi, viene ritenuto molto migliore di qualsiasi bevanda isotonica che gli sportivi assumono per reintegrare i liquidi persi con l’allenamento. Questa virtù però non è stata assolutamente dimostrata, anzi, per la sua composizione l’acqua di cocco è molto dissimile dalla comune acqua di rubinetto che risulta essere, comunque, il miglior drink per sportivi e non.



123404
educami-nutrizione-farmacia-salute-che-fare2

EDUCAMI IN CUCINA

Ricette dal primo al dolce e idee per colazione e spuntini

video-nutrizionisti copia

EDUCAMI CHANNEL

Video consigli di medici nutrizionisti

calcola-bmi

EDUCAMI CALCOLATORI

Per calcolare il rischio cardiovascolare e IMC

educami-consigli-blogger-makeup-salute-che-fare

MAKE-UP & STYLE

Video e articoli sul make-up, skincare e fitness

educami-fitness-esercizi-per-restare-in-salute

EDUCAMI FITNESS

Dedicata ad attività fisica e movimento per la tua salute

il-nutrizionista-risponde

CHIEDI AL NUTRIZIONISTA

Pagina dedicata alle

vostre domande

Per richieste di collaborazione invio articoli, suggerimenti e lamentele scrivi a: redazione@salutechefare.it

ARCHIVIO NEWS

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!