Gli sponsor di Salute Che Fare
{
LdF2018copia
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

 

SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015 - Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

 
Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena
Tel. 059-8637125
E-mail info@salutechefare.it 
P.Iva 03535570364
 

EDUCAMI

Nutrizione in Farmacia

08/02/2019, 16:18

prevenzione oncologica, riduzione calorie, alimentazione, Istituto Humanitas



Prevenzione-oncologica,-con-un-terzo-di-calorie-in-meno-si-riduce-il-rischio-di-tumori


 Ridurre l’introito calorico a tavola aiuta a tagliare anche il rischio di cancro..



Ridurre l’introito calorico a tavola aiuta a tagliare anche il rischio di cancro. A sostenerlo sono le ricerche di scienziati come l’immunologo italiano Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas di Rozzano a Milano. Il gruppo da lui guidato ha dimostrato che la diminuzione di circa il 30% dell’energia introdotta con il cibo riduce la produzione di fattori di crescita e citochine che favoriscono l’infiammazione e la comparsa di tumori». 
Altro studio sul rapporto fra alimentazione e cancro, pubblicato sul Journal of Cancer, è quello citato da Carlo La Vecchia, epidemiologo dell’Università di Milano. Si tratta di un lavoro condotto dal consorzio internazionale Inhance, cui l’Italia partecipa con il sostegno dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (AIRC), che ha quantificato il contributo di una dieta ricca di fibre alla riduzione del rischio di ammalarsi di tumore della testa e del collo. La ricerca conferma che consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno e quantità elevate di cereali ricchi di fibre può aiutare a diminuire il rischio di essere colpiti da questo gruppo di neoplasie che possono svilupparsi in bocca, gola, naso, seni paranasali, laringe, faringe, ghiandole salivari e tiroide. 
Anche i singoli ingredienti finiscono sotto la lente, come l’olio extravergine (Evo) di oliva nel quale è presente una sostanza che aiuta a contrastare i tumori intestinali. La scoperta è del gruppo di ricerca di Antonio Moschetta, che in uno studio pubblicato su Gastroenterology ha dimostrato come il consumo quotidiano di olio Evo contribuisca a prevenire e combattere queste neoplasie grazie all’acido oleico, spiegano gli scienziati, in grado di regolare la proliferazione cellulare. 



1
educami-nutrizione-farmacia-salute-che-fare2

EDUCAMI IN CUCINA

Ricette dal primo al dolce e idee per colazione e spuntini

video-nutrizionisti copia

EDUCAMI CHANNEL

Video consigli di medici nutrizionisti

calcola-bmi

EDUCAMI CALCOLATORI

Per calcolare il rischio cardiovascolare e IMC

educami-consigli-blogger-makeup-salute-che-fare

MAKE-UP & STYLE

Video e articoli sul make-up, skincare e fitness

educami-fitness-esercizi-per-restare-in-salute

EDUCAMI FITNESS

Dedicata ad attività fisica e movimento per la tua salute

il-nutrizionista-risponde

CHIEDI AL NUTRIZIONISTA

Pagina dedicata alle

vostre domande

Per richieste di collaborazione invio articoli, suggerimenti e lamentele scrivi a: redazione@salutechefare.it

ARCHIVIO NEWS

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!