Gli sponsor di Salute Che Fare
{
LdF2018copia
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

 

SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015 - Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

 
Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena
Tel. 059-8637125
E-mail info@salutechefare.it 
P.Iva 03535570364
 

EDUCAMI

Nutrizione in Farmacia

26/09/2019, 15:01

melograno, alimentazione, superfood



Dal-melograno-un-aiuto-contro-l’invecchiamento-muscolare


 Che sia un frutto bellissimo e altamente scenografico è fuori di dubbio: il melograno..



Che sia un frutto bellissimo e altamente scenografico è fuori di dubbio: il melograno, con i suoi chicchi rossi, è il re delle tavole autunnali quando, essendo di stagione, viene consumato in tavola ed anche inserito in composizioni e centrotavola di fiori e frutta. Non è solo bello: è da sempre noto per essere un frutto ricco di proprietà benefiche, tanto da essere considerato un superfood, secondo una definizione oggi tanto di moda. Già gli antichi greci e romani ne conoscevano le proprietà e ne subivano il fascino: secondo alcune credenze religiose il melograno crescerebbe nel Giardino dell’Eden, mentre ai tempi nell’antica Grecia il melograno veniva fatto mangiare ai novelli sposi, in simbolo di fedeltà coniugale e abbondanza. In generale, ritroviamo questo frutto come rappresentazione positiva di fertilità, passione e buona fortuna in tutto il Rinascimento, inserito qua e là nelle opere dei pittori classici.
Il melograno, però, non è solo bello ma, come dicevamo, anche buono. Un recente studio del Politecnico di Losanna ha rilevato come l’urolitina A, sostanza presente anche nei melograni oltre che in altra frutta, potrebbe rallentare l’invecchiamento muscolare e la perdita di forza e massa tipiche dell’età avanzata. Dopo una finestra di sperimentazione animale, si è passati a somministrare urolitina A in dosi diverse a tre gruppi di anziani, mentre un quarto gruppo ha assunto solo un placebo. Negli anziani che hanno assunto l’urolitina A si è osservato come i mitocondri deputati alla contrazione muscolare si mantenessero più in salute in netta controtendenza con gli effetti dell’età che, come sappiamo, implica un ricambio cellulare più lento quando non addirittura azzerato. Inoltre, l’assunzione della molecola si è rivelata totalmente sicura a tutte le dosi, priva di effetti collaterali e comparabile all’effetto sull’organismo di una regolare attività fisica, cosa che però non tutti gli anziani sono nelle facoltà di svolgere. 
Gli effetti di questa molecola potrebbero rivelarsi importanti nel trattamento della sarcopenia, ovvero quella patologia che causa totale perdita di massa muscolare fino all’invalidità.



1
educami-nutrizione-farmacia-salute-che-fare2

EDUCAMI IN CUCINA

Ricette dal primo al dolce e idee per colazione e spuntini

video-nutrizionisti copia

EDUCAMI CHANNEL

Video consigli di medici nutrizionisti

calcola-bmi

EDUCAMI CALCOLATORI

Per calcolare il rischio cardiovascolare e IMC

educami-consigli-blogger-makeup-salute-che-fare

MAKE-UP & STYLE

Video e articoli sul make-up, skincare e fitness

educami-fitness-esercizi-per-restare-in-salute

EDUCAMI FITNESS

Dedicata ad attività fisica e movimento per la tua salute

il-nutrizionista-risponde

CHIEDI AL NUTRIZIONISTA

Pagina dedicata alle

vostre domande

Per richieste di collaborazione invio articoli, suggerimenti e lamentele scrivi a: redazione@salutechefare.it

ARCHIVIO NEWS

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!